Come diventare un Location Manager

Come diventare un Location Manager

Se stai leggendo questo articolo ci sono molte probabilità che tu stia pensando di diventare un Location Manager. L’unica cosa che mi sento di dirti è – lascia perdere! Per i temerari che decidono di ignorare questo consiglio, ecco una serie di informazioni che possono essere di qualche aiuto.

 

Il lavoro del Location Manager è frustrante, complicato, noioso ed esasperante e può capitare di vivere tutti questi stati d’animo in un singolo giorno. E’ anche un lavoro estremamente appagante, profondamente stimolante e ti permette di vivere esperienze che poche persone hanno la possibilità di vivere. Riassumendo è un bel lavoro ma non aspettarti mai che sia facile!

Differenze tra il lavoro di un Location Scout e un Location Manager

Generalmente le persone che intraprendono questa carriera iniziano a lavorare come Location Scout per un Location Manager più esperto. 

Lo Scout si occupa solo ed esclusivamente della ricerca di una location. Il Location Manager è invece la persona che è in contatto con la società di produzione cinematografica o l’agenzia pubblicitaria, che prende decisioni non solo sulla scelta della location giusta, ma anche sulla logistica necessaria a far funzionare quella location. Un Location Scout con non troppa esperienza, può essere convinto di aver trovato la location perfetta non rendendosi conto che però ci sono dei problemi logistici. In base alla produzione e al livello di esperienza, queste figure si fondono o meno in una sola.

Quindi cosa fa effettivamente un Location Scout e un Location Manager? A questa domanda non esiste una risposta precisa perché ogni lavoro è diverso.

L’ATTREZZATURA

vita-da-location-manager.jpg

Per un location scout l’attrezzatura base è composta da: un mezzo di trasporto, la patente di guida, una buona macchina fotografica, un monopiede (o un treppiedi), uno smartphone, una bussola

Per la macchina fotografica non è spendere tanti soldi, ma devi avere la certezza che non ti deluderà mai. Prendi una buona macchina fotografica digitale, con un obiettivo grandangolare (non troppo che rischia di deformare gli ambienti)  e tante schede SD di memoria. Oggi esistono delle macchine fotografiche, compatte con la qualità di una reflex. Una delle più performanti è la mirrorless Sony (serie alpha).  Tutte le foto delle location scattate con luce naturale sono più belle, quindi scegli una fotocamera che ti garantisce buoni risultati in condizioni di scarsa illuminazione. Evita l’uso del flash, un  monopiede ti consentirà di ottenere immagini più nitide senza trascinare un treppiede in giro. 

Riguardo il mezzo di trasporto la scelta dipende molto dalla tua area di competenza. Se fai il location scout a Napoli o Roma meglio andare in giro in motorino, se invece devi coprire lunghe distanze il mezzo migliore è la macchina. In entrambi i casi il mezzo da scegliere deve essere affidabile, economico, comodo e pulito. Affidabile perché ci sono scadenze precise da rispettare e non si possono correre rischi; economico e comodo perché passerai la maggior parte del tempo guidando; pulito perché incontrerai tante persone che non ti conoscono e ti valutano in base a ciò che vedono.

Le fasi del lavoro

1. Studio

In questa prima fase insieme allo scenografo ed al regista (o l’aiuto regia) si cerca di capire quali sono le esigenze che la location deve soddisfare.

2. La ricerca

In pre-produzione, la ricerca o scouting è uno dei momenti più delicati della produzione di un film. La prima cosa da fare è cercare in archivio: un Location Manager con molta esperienza e un grande archivio è probabile che riesca a riutilizzare o trasformare una location in cui ha già lavorato. Se in archivio non si trova nulla inizia una vera e propria ricerca in mare aperto. I criteri da utilizzare sono stilistici, ambientalistici, storici, logistici ed economici. In Italia è nato il primo portale che aiuta i professionisti delle location nel processo di ricerca: ProperSet. ProperSet è una sorta di airbnb delle location: chi ha una o più location può pubblicarle gratuitamente sul portale entrando così in un mercato fino ad ora riservato solo agli addetti ai lavori. 

3. Sopralluogo

Se sulla carta la location sembra essere quella giusta, si fa un sopralluogo con i capireparto per capire se la location soddisfa tutte le esigenze. ProperSet offre un servizio di tour 3d che ti permette di visitare la location 24/7 senza muoversi dal computer. Questa tecnologia permette alle produzioni di risparmiare molto tempo e denaro! Durante questa fase si prende contatto con le amministrazioni pubbliche e private  per eventuali permessi da richiedere. Se si prevede di parcheggiare i mezzi tecnici in una strada pubblica, va richiesta l’autorizzazione all’autorità competente. Se si deve girare una scena nel cortile del condominio dell’ingresso scelto si deve chiedere l’autorizzazione all’amministratore di condominio. E’ importante muoversi in anticipo perchè per ricevere le autorizzazioni spesso i tempi possono superare la settimana. 

4. Preparazione

Anche questa è una fase delicata. Gli accordi tra proprietà e produzione vanno messi nero su bianco. Una volta individuata una location, la prima cosa da fare è affrontare le questioni contrattuali, facendo firmare il contratto sia dal Proprietario (o al gestore) della location che dal Produttore o da un delegato. Il Contratto Location non è di difficile comprensione, ma è importante capire correttamente i concetti di Responsabilità e Indennità per poi spiegarli al proprietario.  Una volta firmato il contratto è necessario assicurarsi che ci siano tutte i permessi e le autorizzazioni relative a quella location.

5. Riprese

A questo punto è importante preparare la mappa da allegare all’ordine del giorno (ODG). E’ importante assicurarsi che le indicazioni siano corrette per tutti i mezzi, (spesso i mezzi tecnici più grandi non potranno fare lo stesso percorso delle auto). La ragione per cui è importante assicurarsi che NESSUNO si perda e arrivi tardi sul set è che ogni persona di una troupe cinematografica è fondamentale e ogni piccolo ritardo corrisponde ad un’enorme perdita di denaro.

Durante le riprese, il Location Manager è sul set e fa da collegamento tra la troupe e il proprietario della location. Deve essere informato su tutto quello che c’è in zona, ad esempio dove si trova il negozio di ferramenta più vicino, un supermercato, l’ospedale a qualsiasi altra cosa. Il Location Manager deve anche avere una conoscenza di tutte le le questioni legali, di salute e sicurezza: deve assicurarsi ad esempio che i cavi elettrici non rischiano di far inciampare un passante, che le luci siano in sicurezza, ecc. È una buona idea avere una formazione di base primo soccorso. 

Motore, partito, azione! Finalmente si gira. Il location manager o lo scout sarà sul set per fare da filtro tra le richieste della troupe e la proprietà.

6. Ripristino

Per gli anglofoni è la fase di wrap, la fase in cui tutto deve tornare come era. Alla fine delle riprese è responsabilità del Location Manager controllare che il luogo è stato lasciato in buone condizioni, che tutti i rifiuti sono stati buttati e che il proprietario della location sia soddisfatto delle condizioni della sua proprietà. 

Nel caso in cui ci sono stati danni è il Location Manager a dover negoziare un accordo con la proprietà.

I requisiti di un buon Location Manager

  1. deve essere un ottimo fotografo

  2. deve essere un esperto di logistica (parcheggiare i mezzi tecnici del set è come giocare a tetris)

  3. deve saper negoziare (mediare tra creativi, produzione e proprietari)

  4. deve avere la capacità di trovare soluzioni creative a richieste surreali

  5. ottima conoscenza del territorio

  6. conoscenza delle procedure per i permessi

  7. conoscenza di stili e periodi architettonici

  8. comprensione approfondita di tutta la macchina produttiva e di tutti i reparti necessari per la realizzazione di un film

  9. conoscenza delle norme di salute e sicurezza

  10. capacità di lavorare tantissime ore senza lamentarsi

  11. quantità illimitate di pazienza, tatto e buon umore

Crea un account su ProperSet:
il miglior strumento per ogni location scout!

Compila questo modulo di contatto per richiedere un servizio fotografico personalizzato

Per prenotare un tour 3d riempi questo modulo.
Ti contatteremo al piu’ presto!